di Luca Guadagnino
Con Dakota Johnson, Tilda Swinton, Mia Goth
Durata 152 minuti
Anno 2018
Genere Horror

Dimenticate Dario Argento. Il remake di Suspiria è anzitutto un film di Guadagnino (già autore di Chiamami col tuo nome), con una sua autonomia, e anzi molto dentro il suo metodo e le sue ossessioni. La vicenda rimane quella di una ragazza americana (Dakota Johnson, molto brava) che entra in una scuola di danza da dove è appena sparita un'altra allieva, e fa amicizia con Sara. Nel frattempo, però, sul caso comincia a indagare lo psicanalista della scomparsa, il dottor Klemperer. Siamo nel 1977 a Berlino Ovest: è l'anno del primo Suspiria, certo, ma soprattutto sono le settimane del dirottamento di un Boeing Lufthansa da parte di terroristi palestinesi e delle convulse vicende che si conclusero con la morte in carcere di quattro membri della Raf (ufficialmente suicidi, ma tutti pensarono che fossero stati uccisi dalla polizia). Guadagnino gioca sull'incerto senso morale dell'apologo: le streghe sono tornate (come recitava uno slogan dell'epoca), ma sono buone o cattive? La loro nascita è nella notte dei tempi o nell'oppressione del presente? La "madre dei sospiri" è l'angelo della morte o quello del perdono?



GIORNI E ORARI

TOP