di Paolo Virzì
Con Mauro Lamantia, Giovanni Toscano, Irene Vetere
Durata 125 minuti
Anno 2018
Genere Commedia - Drammatico

Mondiali '90, Italia - Argentina, gli azzurri buttati fuori ai rigori, un uomo buttato nel Tevere a bordo di una macchina che non sa guidare. Produttore romano sull'orlo del fallimento, Leandro Saponaro è ripescato morto ma a ucciderlo non è stata l'acqua e nemmeno l'impatto. Giusy Fusacchia, ragazza coccodè e amante del Saponaro, giura che ad ammazzarlo sono stati tre aspiranti sceneggiatori...Si tratta di tre giovani che si ritrovano catapultati nel mondo del cinema romano, tra osterie frequentate da sceneggiatori e registi storici, incontri di lavoro con produttori e attori più o meno millantatori, malintenzionati, improvvisati o semplicemente narcisisti, promesse di ingaggio e produzione dei propri testi, lavori da “negro” (uno scrittore su commissione che non firma i testi) e così via. Sullo sfondo di una Roma tanto affascinante e verace quanto infida e decadente, le vicende dei tre confluiscono nel loro coinvolgimento nella morte di Leandro Saponaro, il produttore che vorrebbe produrre la storia di Antonello da Messina scritta da Antonio: la macchina dell’uomo precipita nel Tevere proprio nell’istante in cui l’Italia del calcio si dispera, e il trio è tra i principali sospettati dalle forze dell’ordine



GIORNI E ORARI

TOP